×

T&P Magazine

Obbligo di custodia e Presunzione di conoscenza

Obbligo di custodia

(Cass. sent. 11 gennaio 2018,  n. 486 )

A cura di Bonaventura Minutolo e Teresa Cofano

Il prestatore d'opera, se conviene con il committente di prendere in consegna il bene per l'esecuzione della prestazione principale su di esso, assume, ai sensi degli artt. 2222 e 1177 c.c., anche l'obbligo accessorio di custodirlo fino alla riconsegna, pure in caso di deposito a titolo gratuito o di cortesia (nella specie, la Corte ha confermato la condanna dell'attore a rifondere alla società di assicurazioni l'importo che la società aveva corrisposto alla propria assicurata per il furto dell'autovettura perpetrato mentre il veicolo si trovava presso l'autolavaggio dell'attore).

 

Presunzione di conoscenza

(Cass. sent. 10 gennaio 2018,  n. 335)

A cura di Bonaventura Minutolo e Teresa Cofano

La lettera raccomandata - anche in mancanza dell'avviso di ricevimento - costituisce prova certa della spedizione attestata dall'ufficio postale attraverso la ricevuta, da cui consegue la presunzione, fondata sulle univoche e concludenti circostanze della spedizione e dell'ordinaria regolarità del servizio postale, di arrivo dell'atto al destinatario e di conoscenza ex art. 1335 c.c. dello stesso, per cui spetta al destinatario l'onere di dimostrare di essersi trovato senza sua colpa nell'impossibilità di acquisire la conoscenza dell'atto.

Iscriviti alla Newsletter

Twitter Feed